It:Introduction

From Sabayon Wiki
Revision as of 17:50, 28 October 2010 by DanySK (Talk | contribs)

(diff) ← Older revision | Latest revision (diff) | Newer revision → (diff)
Jump to: navigation, search
i18n: ca en es fr it pl zh_tw


Benvenuti in Sabayon Linux

Sabayon intro.png

Benvenuti in SabayonLinux: la distribuzione facile come un abaco, veloce come un segway.

La lettura di questa parte della wiki è caldamente consigliata, almeno ai neofiti, per prendere un po' di confidenza col sistema e con la sua filosofia d'uso. Sono contenute qui le note essenziali sul sistema e sono descritti i primi passi da fare. Se trovi qualche termine che ti rende la vita difficile, prova a consultare il nostro glossario.

Sabayon è progettata per offrire ambienti di lavoro sia live che installabili estremamente semplici da utilizzare e dal design accattivante, un ottimo riconoscimento dell'hardware ed un vasto parco software installabile, aggiornato con costanza. Sono supportate le architetture x86 ed AMD64.


Scegliere la versione

Sabayon Linux è prodotto in tante versioni diverse, dette spin, per venire incontro a tutti i gusti. Queste versioni si differenziano per il desktop environment adottato e per i programmi preinstallati. Gli spin principali sono le versioni K e G, che adottano rispettivamente KDE e GNOME. Sono distribuite con una ISO più grande della dimensione di un CD (vi occorrerà un DVD oppure una chiavetta USB da 4GB o più per provarle). Altre versioni che sono rese disponibili sfruttano gli ambienti XFCE, LXDE e E17. Fluxbox, un ambiente ultraleggero, è presente in tutte le versioni. Esistono inoltre le versioni SpinBase e CoreCDX, la prima sprovvista di ambiente grafico e dotata solo di CLI, la seconda provvista del solo Fluxbox.

La scelta va fatta in due passi. Il primo è scegliere l'architettura che si desidera usare, ed è una cosa dipendente dal vostro processore. La scelta è fra i686 (32bit) e AMD64 (64bit). La prima versione è meno aggressiva nell'uso della memoria RAM e funziona su qualunque processore, la seconda sfrutta meglio le estensioni dei processori recenti ma ha bisogno di una CPU supportante AMD64 o EM64T. Se non sai di che tipologia sia il tuo processore, prova a seguire questi semplici punti: - Se il tuo sistema ha 4GB o più di memoria RAM, usa la versione 64bit - Se il tuo sistema ha 1GB o meno di memoria RAM, usa la versione 32bit - Se non hai idea di cosa ci sia nel tuo sistema, usa la versione a 32bit: funzionerà.


Requisiti di sistema

Requisiti minimi per Sabayon Gnome e KDE

  • un Processore i686-compatibile (Intel Pentium II, Pentium III, Celeron, AMD Athlon, AMD Duron)
  • 512MB RAM
  • 6 GB di spazio libero su disco
  • Una scheda grafica 2D supportata da X.Org
  • Un lettore DVD

Requisiti raccomandati per Sabayon Gnome e KDE

  • Processore Dual Core (Intel Core 2 Duo o superiore, AMD Athlon 64 X2 o superiore)
  • 1024MB RAM
  • 15 GB di spazio libero su disco
  • Una scheda grafica con accelerazione 3D supportata da X.Org (Intel, AMD, NVIDIA)
  • Un lettore DVD

Per i requisiti di altre versione, consultate le press releases sul forum!

Question.png
Nota: I sistemi Linux sono molto configurabili, specialmente Gentoo e Sabayon; è possibile ridurre notevolmente il consumo di memoria RAM e i requisiti della scheda grafica in base a ciò che si installerà.


Ottenere Sabayon

Scaricare Sabayon è estremamente semplice: è sufficiente farsi un giro nella pagina dei mirror (http://www.sabayon.org/mirrors), scegliere il server più vicino al luogo in cui vi trovate e scaricare la versione che più vi aggrada. Sono presenti dei file MD5 che contengono il checksum delle immagini ISO, in modo da poter verificare che non vi siano stati errori nel trasferimento dei dati. Per effettuare questo controllo si faccia riferimento a questa guida.

Il file ISO può essere masterizzato su CD con apposito programma di masterizzazione (Nero Burning ROM, Brasero, K3B e tanti altri) oppure può essere sfruttato per creare una chiavetta USB avviabile utilizzando l'ottimo tool Unetbootin. In questo caso, avrete necessità di una penna USB grande almeno quanto l'immagine ISO.

Come lo avvio?

Per avviare Sabayon sulla vostra macchina esistono due vie: l'avvio nativo oppure l'avvio in macchina virtuale. Nel primo caso il sistema sarà considerevolmente più rapido e reattivo, potendo contare sull'accesso diretto alle risorse del sistema.

Per avviare in maniera nativa, è sufficiente inserire il CD o la chiavetta con Sabayon, accendere la macchina e, nel caso in cui questa fosse configurata per effettuare il boot dal disco rigido, selezionare come periferica di avvio il lettore CD o il drive USB. Questa è una distribuzione live, che in breve significa che è sufficiente avviare la macchina dal cd o dal dvd per avere un sistema operativo completamente funzionale pronto all'uso, senza alcuna installazione.

Per avviare Sabayon in macchina virtuale la prima cosa da fare è procurarsi un software di virtualizzazione, installarlo e quindi eseguirlo indicando la ISO di Sabayon come contenuto del lettore CD virtuale. L'ambiente di virtualizzazione consigliato è Oracle Virtualbox (http://www.virtualbox.org/), disponibile per tutte le principali piattaforme.

Per dettagli sul processo di avvio, si consulti il nostro tour visuale per la versione GNOME e quello per la versione KDE


Come lo installo?

Cosa c'è di meglio che una guida dettagliata con le schermate? Ecco pronti il visual tour per installare la versione GNOME ed il visual tour per installare la versione KDE.


Come lo uso?

Beh, è un sistema operativo, sei libero di fare quello che vuoi :) Una risorsa molto importante che verrà spesso citata in questa Wiki è la Console, o CLI, o terminale. Si tratta di un'interfaccia a linea di comando attraverso la quale è possibile interagire col sistema. Nonostante sia possibile solitamente modificare le impostazioni e risolvere numerosi problemi senza farne uso, spesso è meno dispendioso e più semplice scrivere e seguire guide che elencano i comandi del terminale piuttosto che guide che spiegano dove andare a piazzare la freccetta del mouse. Dato che la shell resta comunque indigesta a molte persone, buttare un occhio alla mitica guida di sopravvivenza a Bash può essere molto consigliabile.

Direi che a questo punto potresti dare un'occhiata alla sezione sulla gestione dei programmi per installare quello che ti serve per utilizzare il computer. Abbiamo anche una pagina dove elenchiamo che software puoi usare per rimpiazzare quello che utilizzavi su Microsoft Windows, se vieni da quel mondo.


Come posso ottenere supporto?

C'è questa Wiki, anzi tutto. Se non trovi le soluzioni che cerchi, il passo successivo è porre la domanda nel nostro forum, che ha anche una sezione in italiano. Se serve aiuto immediato puoi entrare nella chat. Se vuoi invece segnalare un problema che vorresti fosse risolto, il bugzilla è invece il posto giusto.

Siti Web:

FAQ:

Wiki:

IRC: #Sabayon @ irc.freenode.net
Forum: