Difference between revisions of "It:HOWTO: Partimage Guide"

From Sabayon Wiki
Jump to: navigation, search
 
(No difference)

Latest revision as of 01:11, 9 March 2009

L'oggetto di questa breve guida è come utilizzare l'utility Partition Image[1]. Partimage è uno strumento per creare o ripristinare le immagini del filesystem in modo abbastanza veloce e semplice. La guida è specifica e si riferisce al mio personalissimo caso e quindi la sua generalizzazione non può essere scontata. La versione di Sabayon utilizzata è la 3.3 dvd edition.

E' importante tenere presente che Partimage non lavora su partizioni formattate con LVM (partizionamento in volumi logici) e nemmeno l'utility Gparted per il partizionamento. Quindi se si vuole prevedere di utilizzare Partimage come utility di recovery in tutti i casi nei quali è richiesto il suo uso, è bene utilizzare altri sistemi di partizionamento.

Altra cosa importante da considerare è che Sabayon include già Partimage (entrate in console come root e digitate partimage) ma è meglio utilizzare Partimage come utility esterna alla distro che utilizziamo. Per far ciò utilizzeremo System Rescue [2] una mini distro con tutto il necessario per far partire il pc in caso di problemi e che contiene al suo interno Partimage.

La prima cosa che dobbiamo fare è masterizzare l'iso di Systemrescue. Inserirla nel cddrive e accendere il pc. Ad un certo punto ci verrà richiesto di inserire il codice per la tastiera italiana e noi digiteremo il numero 21. Al termine della pseudoistallazione possiamo optare di agire tramite linea di comando oppure (scelta più ovvia per utenti inesperti come il sottoscritto) digitare:

startx

ed entrare nell'interfaccia grafica del programma. Immediatamente abbiamo a disposizione una console già aperta come root pronta a ricevere comandi. Mentre sulla destra abbiamo una serie di icone per altre scelte che potrebbero servirci: alcuni programmi di scrittura, firefox, e Gparted.

Clicchiamo due volte sull'icona Gparted (o digitiamo direttamente in console gparted). Una volta aperto il programma verifichiamo che la partizione che vogliamo salvare non sia montata (no lucchetto e no punto di montaggio) e che soprattutto sia compatibile con gli standard supportati da Partimage.

Chiuso Gparted, nella shell digitiamo:

fdisk -l

per segnarci il mome della partizione sulla quale agiremo.

Nota bene: Se non si sceglie di parizionare con LVM, allora avremo bisogno almeno di tre partizioni: una root (/), una di swap e una di /home. In questa guida noi supporremo di utilizzare la partizione /home per crearne l'immagine di backup. E supporremo di volerla salvare in una partizione creata apposta per ospitare il backup di dati e che indicheremo con sda3.

Digitiamo:

mkdir /mnt/backup

e poi:

mount /dev/sda3 /mnt/backup

Fatto ciò digitiamo:

partimage

per far partire il programma.

La prima cosa che faremo è selezionare la partizione che ci interessa backuppare e la evidenzieremo con i tasti sù o giù. Poi attraverso il tasto tab ci porteremo nella riga:

Image file to create/use

e qui scriveremo:

/mnt/backup/nomefile.gz

Tralasciando di descrivere le altre opzioni dell'utility, premiamo due volte F5

A questo punto Partimage parte e comincia ad elaborare la partizione. Se non ci sono segnalazioni di errore noi confermeremo ogni sua domanda con OK. Alla fine avremo una copia della nostra partizione salvata nel disco sda3 e che potremo utilizzare a piacimento per salvarla su dvd o su altri sistemi e quindi utilizzarla per il ripristino nell'eventualità di un crash (per esempio).

Prima di chiudere partimage, possiamo fare un'ulteriore azione che ritengo importante: verificare che la partizione appena salvata sia in effetti idonea al ripristino o è stata creata con qualche errore intrinseco.

Per far ciò, chiudiamo Partimage con F6. Riapriamolo al solito digitando partimage dalla shell. Evidenziamo la partizione appena salvata e nella solita riga digitiamo esattamente il nome che abbiamo dato in precedenza e che ora è diventato:

/mnt/backup/nomefile.gz.000

Muoviamoci con il tasto TAB fino alla riga:

Restore partition from an image file

e selezioniamola con la barra spaziatrice. Con questo abbiamo in pratica detto a Partimage di recuperare il file di backup della nostra partizione precedentemente salvata.

F5 per andare avanti. Selezioniamo ora la riga che dice in pratica di simulare il ripristino e confermiamo. Se tutto è andato bene Partimage ci dirà che il ripristino è avvenuto positivamente (ovviamente nulla è stato scritto sull'hd) e così possiamo uscire da Partimage e quindi da Systemrescue.

(Spero che questa guida sia chiara e semplice: giusta per chi è alle prime armi con il mondo linux)